Per noi il corpo è molto più di uno strumento o di un mezzo;è la nostra espressione nel mondo, la forma visiva delle nostre intenzioni. Non è all'oggetto fisico che il corpo può essere paragonato, quanto piuttosto all'opera d'arte. MAURICE MERLEAU-PONTY

Storia della controcultura Psichedelica

Mucche psichedeliche, un'opera dell'artista francese Frédéric Leleu

Mucche psichedeliche, un’opera dell’artista francese Frédéric Leleu

Fin dall’antichità più remota l’uomo ha usato strumenti per trascendere la propria dimensione terrena ed unirsi totalmente all’universo. Quale tramite tra il mondo terreno e l’inesplicabilità di ciò che trascende l’umano, la flora e la fauna del pianeta Terra hanno accompagnato l’uomo in questo incredibile percorso interiore, sia come farmaci attinenti alla dimensione terrena che come rituali afferenti alla dimensione spirituale dell’esistenza.

Ma se l’espansione della coscienza è quindi una cosa così storicamente radicata nell’animo umano perché, all’alba di un nuovo millennio, qualcuno dovrebbe sentire la necessità di stendere una cronologia di tali esperienze?

Ebbene, l’evidenza dei fatti odierni dimostra senza ombra di dubbio che non tutti sono a conoscenza di questa particolarità della storia e della mente umana;

Evidentemente nel corso dei tempi qualcosa è andato storto, ed alcune nozioni si sono inevitabilmente perdute per strada. Moltissime persone infatti hanno opinioni diverse nei confronti di quello che state per leggere: si passa da chi non conosce assolutamente nulla su questi argomenti, a chi invece ne conosce solo alcune parti; alcuni invece vorrebbero che certe cose non fossero mai accadute, altri passano il loro tempo a censurare le opinioni di chi la pensa diversamente;

Più che un racconto generale sui fatti accaduti (già disponibili in innumerevoli libri) la disposizione cronologica di fatti e personaggi permette di vedere l’evolversi delle diverse situazioni in modo più fluido, senza le restrizioni dettate dalle categorie e dagli usuali schemi mentali (che verranno sviscerati a loro volta in altre parti di questo stesso sito). Considerando che per quanto tu possa dividere e sezionare la storia, questa ultima per fortuna non accade autodividendosi in “decenni”, “secoli” e altre categorie logiche appartenenti esclusivamente al genere umano, ma si dipana in una continua ed incessante processione di …. vita.

Purtroppo, nel corso dell’ultimo secolo la cultura psichedelica è stata osteggiata e combattuta in molti paesi con leggi repressive fortemente lesive delle libertà personali per il puro mantenimento dello “status quo” da parte dei migliori/peggiori rappresentanti della classe politica alternatasi al potere;

Come se non bastasse, uno dei più grandi crimini subdolamente messi in atto dalla cosiddetta società civile nei confronti dei liberi pensatori psichedelici è stato quello di inculcare nelle menti di chi non poteva (per ragioni anagrafiche, ma non solo) aver visto il bagliore dell’espansione della coscienza il concetto che la psichedelia fosse un movimento legato al passato (per la precisione: agli anni Sessanta per quasi tutti i paesi, o agli anni Settanta per quelli meno evoluti o costantemente indietro nei tempi) senza alcun collegamento al presente (discorso che vale per ogni epoca, dagli anni ottanta ad oggi).

Riteniamo che, al fine di coadiuvare lo sviluppo di una rinascita interiore, sia fondamentale provvedere a fare chiarezza circa le dimensioni epiche ormai assunte dalla battaglia per la libertà dell’universo psichico umano.

La “rivoluzione psichedelica”, come molti amano definirla, è uno strano tipo di fermento: è una rivoluzione che prima che nelle strade e nelle piazze è stata combattuta negli auditorium e nello spazio cerebrale di tanti esseri umani.

Nella nostra Storia della Controcultura Psichedelica sono raccontate tante vittorie, così come molte sconfitte, gioie cosmiche, cocenti delusioni e veri e propri drammi.

Assisterete ad una incredibile carrellata di variopinte creature, un affascinante circo cerebrale multietnico composto da forme di vita quanto più disparate e diverse fra loro; ricercatori, scienziati, scrittori, filosofi, psichiatri, studenti, politici, agenti segreti, mistici, poeti, pittori, grafici, musicisti, impresari, attori, registi, garzoni, antiquari, architetti, farmacisti, spacciatori, commercianti, nomadi, miliardari e senzatetto, fini affabulatori e ciarlatani assoluti. Tutti appassionatamente attivi nel rivendicare con orgoglio il diritto ad abbracciare la vita nella sua infinita totalità.

La battaglia per la liberazione della mente ha radici profonde, dalle quali trae incessantemente e gioiosamente linfa per crescere ed andare avanti ancora oggi, giorno dopo giorno….

Non potrebbe essere altrimenti, considerando l’alta posta in gioco: dalla rinascita di una rinnovata consapevolezza può derivare la sopravvivenza del genere umano sul pianeta terra!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...